Chi siamo

 Una questione di termini

 La ricerca filosofica

 I termini della questione

 

 Associazioni di studio,

 ricerca e applicazioni

 

 Materiali (archivi,    

 raccolte, varie)

 

 

 

C R U

CENTRO DI RICERCA SULL’UMORISMO

DIRETTO DA GIOVANNANTONIO FORABOSCO

Il frammento del “Bacio” di Klimt, alterato, è simbolico dei complessi e affascinanti aspetti dell’umorismo. Diverte? Lascia indifferenti? Irrita la sensibilità estetica ed etica? La risposta è aperta alle reazioni individuali.

Questo è uno dei pochi casi in cui trovo che il piacevole solletico umoristico è secondo a un senso di fastidio per lo sberleffo a un quadro di una bellezza sublime e di una ricchezza di sentimento inattingibile.  L’aveva fatto con la Gioconda Marcel Duchamp nel 1919, l’ha rifatto Salvador Dalì nel 1954: alcuni li hanno esaltati, altri non li hanno perdonati.

Dichiarare subito uno dei limiti del senso dell’umorismo – il rispetto del senso del bello – permette di soffermarsi e incantarsi sulle sue solari qualità con la consapevolezza che i lati ombra esistono ma non oscurano.

Studiare l’umorismo significa armarsi degli strumenti della conoscenza e sudare su tonnellate di ghiaia e sabbia per scoprire qualche preziosa pepita d’oro del sapere. Per fortuna, nell’impresa si sono cimentati in molti, e grandi. Molto si sa, e molto resta da sapere. Il ridere, sfida impertinente alla speculazione filosofica – diceva Bergson.  Ma sfida di grande eccitazione.

Questa sede si offre come crocevia di informazioni e riferimenti che entrino circolarmente in rapporto con tutti coloro che fanno ricerca sull’umorismo.

 

 

 

 Biblioteca del CRU

 Interviste

 Recensioni

 Contributi

 

 

 Segnalazioni

Per contatti:

  g.forabosco@tin.it

MADE IN promodeck